Molecola del Mese
di David S. Goodsell
trad di Mauro Tonellato

Molecola del Mese
Indice 2012


La "Molecola del Mese" presenta brevi articoli su molecole scelte nel Protein Data Bank (Banca Dati delle Proteine). Ogni pubblicazione comprende un'introduzione alla struttura e alla funzione della molecola, una discussione sull'importanza della molecola per la salute e per il benessere dell'uomo, e suggerimenti su come i visitatori possono vedere da soli le strutture più significative.

La "Molecola del Mese" non è stata concepita per diventare un indice completo delle molecole presenti nel PDB, e nemmeno vuol essere un archivio storico. Le strutture usate per illustrare ogni pubblicazione sono scelte a discrezione dell'autore della "Molecola del Mese" prof. David S. Goodsell..
Qui si possono trovare altre immagini e informazioni sugli articoli pubblicati nella Molecola del Mese.

La traduzione italiana dei testi originali è eseguita dal prof. Mauro Tonellato dell'ITIS Natta di Padova e pubblicata qui per gentile autorizzazione dell'autore prof. David S. Goodsell. Spesso sono state aggiunte immagini o spiegazioni per rendere più chiara la trattazione.

Se volete usare queste immagini, siete tenuti ad includere una citazione informativa con i dati corretti, che potete trovare nell'archivio PDB nella pagina che è associata ad ogni struttura. Dovete anche includere un riconoscimento per il creatore delle immagini David S. Goodsell del The Scripps Research Institute.


Rodopsina
Marzo 2012
I nostri occhi sono delle macchine fotografiche biologiche, infatti possiedono un obiettivo deformabile per mettere a fuoco le immagini (cristallino), un diaframma regolabile per controllare l'esposizione (iride), e un sensore digitale per registrare le immagini ottenute (retina). Inoltre vi sono alcuni dettagli sorprendenti come uno strato di cellule nere dietro la retina che riducono la riflessione e aumentano la nitidezza dell'immagine. La rodopsina, mostrata qui a destra, file PDB 1f88, ha un ruolo centrale in questa fotocamera, è la molecola sensibile alla luce.

Antibiotici Amminoglicosidici
Febbraio 2012
La scoperta della streptomicina nel 1944 ha fornito la prima vera cura della tubercolosi. Da quel momento è cominciata una battaglia sempre più dura con i batteri usando sia la streptomicina che altri antibiotici aminoglicosidici. I ricercatori hanno scoperto molti aminoglicosidi naturali sintetizzati dai batteri e i chimici hanno sintetizzato nuovi antibiotici basati su queste efficaci difese naturali. A loro volta, i batteri hanno sviluppato diverse strategie per proteggersi dall'attacco di questa classe di antibiotici. Queste includono metodi molecolari per controllare l'ingresso dei farmaci nelle cellule, pompe che espellono i farmaci dalle cellule ed enzimi che modificano la molecola bersaglio dell'antibiotico o addirittura che modificano lo stesso antibiotico.


mRNA Capping
Gennaio 2012
Nelle nostre cellule il processo della trascrizione è molto più complesso della semplice lettura del DNA e costruzione di un filamento di RNA complementare. Poco dopo che l'enzima RNA polimerasi ha cominciato a trascrivere l'informazione genetica, la cellula inizia a fare delle modifiche. Quando l'mRNA è lungo solo circa 30 nucleotidi, la cellula lega un nucleotide guanosina sulla terminazione libera (5'). Il pezzo aggiunto è chiamato cappuccio ed è insolito per tre motivi: la base di guanina è metilata, la connessione è formata da tre fosfati invece del normale singolo fosfato e l'orientazione del nucleotide è opposta a quella normale . . .